La manutenzione della finestra in legno

La manutenzione della finestra in legno

  • 07 Mag 2021

Cercherò, oggi, di dare risposta al super-gettonato quesito della manutenzione che periodicamente richiede un serramento in legno.

Voglio partire citando gli argomenti che più di frequente un non addetto ai lavori ci propone in sede di formulazione di un'offerta. Tra questi:

"Una finestra in legno esposta alle intemperie si rovina velocemente"

"Una finestra in legno dopo pochi anni va smontata e riverniciata perché scolorisce"

"Una finestra in legno si inzuppa d'acqua e perde di robustezza"
Insomma, una finestra in legno, se paragonata con una finestra realizzata in altri materiali, oggigiorno è un prodotto "superato". Eppure di queste tipologie di serramenti se ne realizzano tutt'ora un gran numero, giorno dopo giorno, anno dopo anno.

Come mai?!

Semplice, perché l'unica manutenzione di cui ha bisogno una finestra in legno è la cura.
Si badi, non ho scritto "la riverniciatura" oppure "la riparazione". Ho semplicemente scritto "la cura", che si sostanzia in una periodica pulizia della struttura in legno, ed una lubrificazione delle componenti meccaniche. Vediamo più nel dettaglio entrambe:
la pulizia che richiede un serramento in legno è la stessa pulizia che riserviamo alle stoviglie in cucina, alle lenzuola del letto o ai tappeti del soggiorno. Piace a tutti vivere in una casa pulita, vero? Ebbene, al giorno d'oggi non esistono trucchi magici o app digitali che lucidano la casa al posto nostro. Per cui, essendo operazioni che vengono svolte almeno settimanalmente, ho ragione di credere che una pulizia della struttura di una finestra fatta almeno un paio di volte l'anno non sia un ostacolo insormontabile. E la cosa bella è che basta solamente un panno e dell'acqua, per una valida pulizia del serramento;
la lubrificazione delle componenti meccaniche, invece, è un processo da svolgere almeno una volta l'anno, al fine di mantenere efficaci le chiusure (e quindi la sicurezza della finestra). Molti sono i marchi di lubrificanti largamente diffusi sul mercato, è sufficiente individuare quello che ci piace di più ed applicarlo su punti specifici della ferramenta. Tutto questo è riportato e minuziosamente descritto nei libretti di uso e manutenzione che accompagnano ogni serramento prodotto ed installato da noi di Falegnameria Euganea.

Sembra impossibile, vero? Giustamente, ora, molti considereranno il fatto che le finestre che hanno comunque pulito scrupolosamente negli anni addietro, oggi dopo 25-30 anni di servizio hanno una struttura deperita ed un aspetto invecchiato. Tutto ciò è decisamente inopinabile, ma dipende - nel 99% dei casi - dalle differenze tra il ciclo di verniciatura  dell'epoca e d'oggi. Non voglio parlare di tecnicismi ed implicazioni sul prodotto dei due processi tra loro a confronto, in quanto non sarebbero sufficienti facciate su facciate di spiegazioni, test e risultati. Ritengo utile, piuttosto, far capire come la vernice d'oggi avvolga il legno, per assecondarne gli adattamenti alla struttura e al clima, piuttosto che aggredirlo e penetrarlo (reazione tipiche delle vernici utilizzate nel secolo scorso). In più, conservando un'ottima elasticità, la tessitura della stessa vernice non è più soggetta né a rotture né a sfogliamento, ma permette anzi di essere costantemente rinvigorita tramite dei prodotti, presenti sul mercato e pure presso la nostra sede, che riconferiscono brillantezza e robustezza allo strato più superficiale, senza intaccare o rovinare gli strati sottostanti.

Non siete ancora convinti? 

Noi ci mettiamo le parole, anzi, le garanzie: una finestra in legno, con le dovute cure sopra esposte, è un prodotto eterno, in grado di infondere un piacevole senso di calore ed accoglienza agli utilizzatori dell'abitazione presso cui viene installata dal primo colpo d'occhio sino alla milionesima chiusura (provate a contarle per crederci!).